America

Capodanno a New York

Se state pensando di passare il capodanno nella Grande Mela, in questo articolo troverete alcune informazioni e consigli pratici che vi saranno utili per trascorrere il vostro memorabile capodanno a Times Square.

Iniziamo subito con alcune informazioni pratiche e risposte alle domande che ogni persona solitamente si pone quando prende in considerazione l’idea di passare la notte del 31 dicembre nel cuore di Manhattan per assistere alla cerimonia del “Ball Drop”.

1- A che ora bisogna arrivare per riuscire a vedere da vicino la famosa “palla” che scende?

New York è in ogni momento dell’anno invasa da milioni di turisti che arrivano da tutto il mondo, e nel periodo natalizio la quantità è quasi due volte superiore alla media normale. Non vi sarà difficile credere che c’è gente agguerritissima e pronta a stare in prima fila durante la serata del 31 dicembre. Le strade intorno a Times Square vengono nei giorni precedenti preparate con una quantità enorme di transenne che dividono le zone in “blocchi”, a seconda dell’orario di arrivo si viene inseriti all’interno di un blocco, partendo dalle prime posizioni e andando sempre più indietro. I primissimi iniziano ad arrivare intorno alle 10 di mattina, ma generalmente il grosso della gente arriva intorno a mezzogiorno. Già arrivando intorno alle 15 la vista di Times Square sarà molto lontana, e la palla un minuscolo puntino.

2- Cosa si fa una volta arrivati ed entrati nel “blocco”?

Nulla, se non aspettare in piedi e sperare di trovare vicini simpatici per ingannare tutte quelle ore al freddo gelato di New York. Una volta entrati non si può più uscire, o meglio, se uscite non potrete rientrare. Ricordate che non si possono portare alcolici, nel caso steste pensando di portare un po’ di vino o qualche birra per brindare o per scaldarvi.

3- Se piove come si fa?

Nota dolente, gli ombrelli sono vietati. Se piove ci si arma di mantellina e cappellino, stivali da pioggia e ci si prepara psicologicamente a passare una giornata molto bagnata!

4- Arrivando presto la mattina o il pomeriggio, come si fa per andare in bagno?

Questa è forse la cosa più buffa e spiacevole. La risposta è… non si può! Come detto sopra una volta entrati nel blocco se si esce non si può più rientrare; la soluzione adottata generalmente dalla gente è quella di munirsi del buon vecchio pannolone. Inutile dire che la risposta a questa domanda spesso fa cambiare idea alla gente sul passare la giornata a Times Square.

5- E se prenoto in un ristorante vicino a Times Square riuscirò a vedere lo spettacolo da vicino?

Certamente! Questa è un’ottima alternativa che vi permette di vedere lo spettacolo con meno impegno durante il giorno e tranquillità. Non sperate però di trovare disponibilità nei ristoranti o nelle tavole calde il giorno stesso, dovrete prenotare con largo anticipo e i prezzi naturalmente saranno tutt’altro che bassi!

6- In cosa consiste la cerimonia del “Ball Drop” di mezzanotte che caratterizza il capodanno a Times Square?

Per prima cosa non aspettatevi fuochi d’artificio, a Manhattan non ne vedrete. La discesa dell’enorme palla che vedrete anche nei giorni precedenti posizionata su una delle torri di Times Square dura 10 secondi, esattamente il tempo del countdown finale prima della mezzanotte. Non ci sarà nessun brindisi in quanto gli alcolici non sono permessi, e allo scoccare della mezzanotte assisterete a… la fuga della gente in cerca di un bagno! Ebbene si, non vi sarà niente di tutto ciò a cui siete abituati (fuochi d’artificio, brindisi, canzoni)

Giunta al termine di queste informazioni mi sento di concludere dicendovi che si tratta sì di una delle esperienze che tutti considerano da fare una volta nella vita, ma che in realtà la nostra concezione della serata è decisamente distorta da film, serie tv e quant’altro. L’emozione deriverà esclusivamente dal fatto di essere negli Stati Uniti (non capita a tutti e soprattutto non capita spesso!) e di assistere a una cerimonia famosa a livello mondiale circondati da gente proveniente da tutto il mondo!

Detto questo, sono curiosa di sapere se siete ancora dell’idea di trascorrere l’ultima notte dell’anno a Times Square o se state fuggendo in cerca di soluzioni alternative!

9 commenti

  • Cla

    Sono stata a New York proprio sotto Natale qualche anno fa ma purtroppo non mi sono fermata per la mezzanotte. Trovi tuoi consigli molto utili per l’organizzazione della serata

  • Cristiana

    Che dire… I soliti americani!? Ho adorato New York, la sua grandiosità, la generosità e la voglia irrefrenabile di megalomania degli americani… Il capodanno a Time Square ne è una conferma!

  • Annalisa

    Non so come faccia la gente a viaggiare con l’ombrello. E’ cosi comoda la mantellina!! E poi in occasioni del genere è d’obbligo. Il capodanno a New York è il mio sogno da bambina. e forse si realizzerà nel 2019 finalmente!!! Mio marito si è convinto a prendere l’aereo. Terrò a mente i tuoi preziosi consigli!

  • Katja

    Io sto fuggendo a trovare delle valide alternative! Il fatto di passare una buona parte della giornata ferma nel blocco senza poter uscire, al freddo non mi attira un granché. Credo che New York possa offrire una valida alternativa al capodanno “in piazza” ma sicuramente il Ball Drop è un’esperienza da fare 🙂

  • Sara Chandana

    Non mi spaventa la pioggia (ricordo un concertone del primo maggio a Roma sotto una pioggia battente per ore ed ore) ma l’idea d’indossare il pannolone, o di farmi addosso, mi fare sentire inquieta ah ah ah 🙂

  • Simona

    Visitare New York è uno dei miei sogni. Sto raccogliendo più informazioni possibili e faccio tesoro anche di questo tuo articolo. Anche se sto pensando di andare in un periodo di bassa stagione

  • Veronica | Lost Wanderer

    Quando ho letto del pannolone, sono rimasta allibita. Capisco sia uno spettacolo strabiliante vederlo dal vivo ma io al freddo e al gelo tutte quelle ore, magari con la pioggia e con la paura di svegliarmi l’indomani con la febbre a 38, non lo farei. Secondo me non ne vale molto la pena quando puoi guardarlo comodamente da casa o risparmiare per poi spendere i soldi in un ristorante poco vicino dalla quale puoi goderti la vista.

  • Cristiana

    Magari sarò la pecora nera della situazione, ma a me tutto ciò mi pare un gran patire e basta! Tutta una giornata per 10 secondi di “intrattenimento”. Per carità, ognuno ha le sue tradizioni e usanze, ma a me pare un po eccessivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *